Menu
Everything Sweet

Zeppole di San Giuseppe

Miei amati fans, sembra una vita che non scrivo ma finalmente ho trovato il tempo (leggi: Massimo ha dormito 3 minuti e mezzo e, non so come, sono riuscita a scrivere)!
Domani è la festa del papà, la prima per l’Orso Bruno: che meraviglia!
Per festeggiare ho fatto le zeppole di San Giuseppe che sono di un buono esagerato e sono perfette per quest’occasione!

Prima di sganciarvi la ricetta, vorrei darvi paio di piccole dritte per formare e friggere le zeppole senza impazzire.

E’ utilissimo, se non addirittura essenziale, formare le zeppole sopra dei pezzi di carta forno dove, se volete potete tracciare dei cerchi di 8 centimetri di diametro per aiutarvi con la misura.

Quando è il momento di friggere vi basterà capovolgere la carta forno nell’olio e poi toglierla dolcemente: in questo modo non rischierete di schizzarvi con l’olio bollente e tutto risulterà più agevole.

Zeppole di San Giuseppe
Piatto: Everything sweet
Cucina: Italian
Porzioni: 15 pezzi
Autore: La Blonde Femme
Ingredienti
per le zeppole
  • 100 g di burro
  • 5 g di sale
  • 250 g di acqua
  • 150 g di uova circa 5-6 uova medie
  • 2 litri di olio a vostra scelta per friggere
per la crema pasticcera per zeppole
  • 500 g di latte intero
  • 100 g di tuorli
  • 200 g di zucchero semolato
  • 50 g di amido di riso
  • scorza di mezzo limone pelata col pelapatate, facendo attenzione a non prendere la parte bianca
  • 1 chiodo di garofano
  • mezzo bastoncino di cannella
  • mezzo baccello di vaniglia
per la finitura
  • amarene sciroppate
Istruzioni
per la crema pasticcera per zeppola
  1. Fate bollire in una pentola dai bordi alti (meglio se antiaderente) il latte, la vaniglia, la scorza di limone, il chiodo di garofano e la cannella.

  2. A parte mescolate con un frustino i tuorli, lo zucchero e l’amido di riso.

  3. Dopo l’ebollizione filtrate il latte e incorporatelo ancora bollente alla base di tuorli. Rimettete tutto in pentola e riportate sul fuoco a fiamma medio-bassa.

  4. Cuocete la crema mescolando in continuazione con una frusta. Non appena la crema comincerà ad addensarsi, toglietela dal fuoco.

  5. Raffreddatela velocemente, versandola in una ciotola fredda che avrete tenuto in frigo e mescolate fino alla perdita del calore di cottura. Coprite con pellicola a contatto e mettete in frigo fino al momento dell’uso.

per le zeppole
  1. In una pentola dai bordi alti (meglio se antiaderente) portate a bollore acqua, burro e sale.

  2. Quando il burro sarà sciolto versate la farina a pioggia, mescolando bene con una spatola, finché si formerà una pastella omogenea che si staccherà dal tegame.

  3. Togliete la pentola dal fuoco e, mescolando con una frusta, aggiungete una alla volta le uova finché otterrete una pasta liscia, morbida e densa. Può essere che vi serva un uovo in meno, quindi procedete a vista per ottenere la consistenza desiderata.

  4. Inserite l’impasto in un sac a poche con bocchetta liscia e, su dei pezzetti di carta forno, modellate le vostre zeppole che dovranno avere un diametro di circa 8 cm.

  5. Scaldate l'olio in una pentola capiente dai bordi alti, portandolo a 180°C.

  6. Per friggere le zeppole, prendete la carta forno per i lembi e immergetela nell'olio dalla parte dell'impasto. Quando la parte immersa nell'olio bollente sarà dorata, girate le zeppole e proseguite la cottura fino a completa doratura. Ci mettono del tempo, purtroppo non so dirvi quanto ma è una cosa lunghetta. Non spazientitevi ed aspettate di ottenere una bella doratura altrimenti dentro risulteranno crude e poco appetitose!

  7. Togliete le zeppole pronte dall'olio e fatele scolare su carta assorbente.

  8. Fatele raffreddare ed infine farcite ogni zeppola con la crema pasticcera e decorate con una o tre amarene sciroppate. Se vi piace, spolverate di zucchero a velo.

Note

– Le zeppole vanno mangiate il giorno stesso. A noi ne sono avanzate un paio per il giorno seguente ma, ovviamente, il fritto perde tutto il suo fascino!

 

zeppole di san giuseppe

 

About Author

Lover of life, lover of food

No Comments

    Leave a Reply

    Valutazione ricetta




    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.