Torte & Dessert

Christmas Pudding e il Natale come stato d’animo

28 novembre 2016

E’ tutto merito di Roberta!

Ogni anno guardo e riguardo le foto di deliziosi pudding di Natale sui miei libri di cucina e non trovo mai il coraggio di provare a farne uno: eppure non sono per niente difficili da fare e si possono preparare con più di un mese di anticipo!
Proprio grazie al gruppone di confronto e conforto creato da Roberta su Facebook sono riuscita a rompere il ghiaccio con questa preparazione…e meno male!!!

E’ una tradizione bellissima che apre le porte all’Avvento e a tutte le preparazioni del periodo natalizio che amo così tanto, perché il Natale non è solo il 25 dicembre.

Il Natale è uno stato d’animo!!!!!! 🙂

Gli inglesi hanno un giorno preciso in cui preparare il loro pudding: Stir-up Sunday e cioè la domenica antecedente l’inizio dell’Avvento.
Quest’anno era il 20 Novembre, io sono arrivata con una settimana di ritardo ma ce l’ho fatta e ne sono felicissima!!
Ed ora posso cominciare con tutte le decorazioni di casa, con la preparazione del calendario dell’Avvento, con l’albero di Natale, il presepe e le pianificazioni di pranzi e cene. NON VEDO L’ORA!!!!!!!!!!!

Ho scelto di fare il pudding natalizio di Delia Smith perché è davvero molto molto semplice e adatto a chi, come me, vuole provare a farlo per la prima volta!

Rispetto alla ricetta di Delia ho cambiato alcuni ingredienti (che in Italia non si trovano facilmente) con altri più o meno equivalenti in modo che possiate provare anche voi a farlo, se vi va 🙂
Ad esempio in origine sono previsti il suet (grasso di rognone) che ho sostituito con il burro tagliato a pezzetti molto piccoli e il soft dark brown sugar che ho deciso di sostituire con lo zucchero muscovado che ormai si trova in qualsiasi supermercato. Inoltre nella ricetta originale sono previsti 75ml di barley wine (un tipo di birra ad alta fermentazione tipicamente inglese) e 75ml di birra Guinnes, io ho optato per 150ml di birra Guinnes semplificandomi la ricerca 🙂

Per quanto riguarda la ciotola per la cottura del pudding io vi consiglio di comprarne una della Mason Cash non sono costose e sono state studiate proprio per questo uso, le trovate anche su Amazon e nel giro di due giorni l’avete a casa!

Infine, la salsa al rum che troverete alla fine è sempre di Delia Smith e ho messo la ricetta nonostante io deva ancora prepararla perché, logicamente, va fatta la mattina del giorno di Natale. In ogni caso sono certa che vi riuscirà al primo colpo perché le ricette della Smith sono infallibili!
Troverete la mia salsa al rum fotografata (assieme al pudding!) nel post sulle vacanze natalizie che scriverò per raccontarvi i miei giorni di festa 🙂

Ed ora, finalmente, la ricetta!!!

CHRISTMAS PUDDING

Ingredienti: per uno stampo di pudding di 1,2 litri

110g di burro
110g di pane bianco secco, grattugiato
1 cucchiaino di spezie miste, ho usato La Saporita
1/4 di noce moscata, grattugiata
un bel pizzico di noce moscata
225 g di zucchero muscovado
110 g di uvetta sultanina
110 g di uvetta bionda (o altra sultanina)
275 g di cranberries essiccati
25 g di scorza d’arancia candita
25 g di mandorle, tritate (vanno bene anche con la buccia)
1 mela piccola, fatta a pezzettini piccoli (non serve sbucciarla)
buccia grattugiata di mezza arancia
buccia grattugiata di mezzo limone
2 cucchiai di rum
150 ml di birra Guinness
2 uova grandi
50 g di farina autolievitante, io uso questa

La preparazione va iniziata il giorno prima rispetto a quando volete cuocere il pudding.

In una ciotola grande mettete il burro tagliato a pezzetti piccolissimi, il pangrattato, le spezie e lo zucchero. Mescolate gli ingredienti molto molto bene con le mani, il tutto deve apparire come una sabbia bagnata.
Unite, in seguito, le uvette, i cranberries, i canditi, le mandorle, la mela, la scorza d’arancia e quella di limone. Mescolate a fondo in modo che tutto sia ben distribuito e controllate di aver messo ogni ingrediente 🙂

pudding

A parte, in una ciotola più piccola, mettete il rum, la birra e le uova. Sbattete bene il tutto con una forchetta e poi versatelo sugli ingredienti preparati prima mescolando bene.

La tradizione vuole che riuniate i membri della famiglia presenti in casa e che ognuno dia una bella mescolata all’intruglio esprimendo un desiderio!

A questo punto coprite la ciotola e lasciatela riposare tutta la notte fuori dal frigo.

E’ il grande giorno!
Unite la farina agli ingredienti della ciotola e date un’ultima mescolata. Imburrate la ciotola per il pudding e versate l’impasto dentro sistemandolo per bene.

dsc_1418

Ora coprite la ciotola con un doppio strato di carta da forno e, in seguito, con un foglio di alluminio, legate ben bene con lo spago. Create infine una maniglia in modo da poter estrarre agevolmente il vostro pudding dalla pentola, una volta cotto.

dsc_1425

Mettete la ciotola incartata in una pentola dai bordi alti che la contenga completamente. Riempite la pentola di acqua bollente fino ad arrivare ai 2/3 della ciotola, coprite con un coperchio e mettete il tutto su fuoco basso per 8 ore.
L’acqua deve bollire appena creando una meravigliosa sauna di vapore che renderà il vostro pudding magnifico!

Ogni due ore buttate un occhio alla pentola e appena vedete che il livello dell’acqua si abbassa, unitene altra bollente in modo da farla tornare ai 2/3 della ciotola del pudding.

Quando la cottura è terminata, togliete il pudding dalla pentola e fatelo intiepidire. Rimuovete gli strati di alluminio e carta forno e rimpiazzateli con due fogli di carta forno nuovi; legateli nuovamente con lo spago e create una maniglia.

Il pudding è finalmente pronto, e voi vi sentirete incredibilmente natalizi!
Conservatelo in un posto fresco e buio fino al giorno di Natale 🙂

Nel giorno di Natale…

Mettete la ciotola col pudding nella pentola e riempite di acqua bollente fino ai 2/3 della ciotola, coprite con un coperchio. Mettete sul fuoco a fiamma bassa e lasciate cuocere a vapore per altre 2 ore e 15 minuti. Tenete sempre d’occhio il livello dell’acqua e caso mai rabboccate.

Quando sarete pronti a servire, rimuovete la ciotola dalla pentola, togliete l’incarto e sformate il pudding su un bel piatto. Se volete decoratelo con un bel rametto di agrifoglio!

Scaldate un mestolo di brandy direttamente sul fuoco e appena è caldo dategli fuoco facendo molta molta attenzione!

Portate il pudding in tavola e versatevi sopra il brandy fiammeggiante. Brindate tutti assieme e appena la fiamma si spegne servite il pudding con la classica salsa al rum natalizia o con la crema inglese. E’ una meraviglia! 🙂

SALSA AL RUM di Delia Smith

Ingredienti:

60 g di burro
60 g di farina 00
570 ml di latte intero
50 g di zucchero
5 cucchiai di rum (ma anche di più!)

Mettete il burro in un pentolino e fatelo sciogliere a fuoco medio. Aggiungete la farina e poi il latte mescolando bene con una frusta in modo da non avere grumi. Appena la salsa raggiunge l’ebollizione e si addensa, abbassate la fiamma, aggiungete lo zucchero mescolando e poi lasciate cuocere tutto per 10 minuti.
Aggiungete infine il rum.

Versate la salsa in un contenitore da portare in tavola assieme al pudding, copritela di pellicola e tenetela tiepida fino al momento dell’uso. Date una veloce mescolata appena prima di servire.

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply arabafelice 28 novembre 2016 at 8:32

    Divino Fede!
    Pensa che ho una amica inglese che me lo porta tutti gli anni fatto da lei, ti puoi immaginare…vediamo se mi viene voglia di provare, che poi alla fine non è complicato!

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 28 novembre 2016 at 9:13

      Anch’io lo credevo macchinoso e invece si è rivelato facilissimo! La parte più difficile è stata nascondere la ciotola nuova della Mason cash a mio marito ahahahahahah

  • Reply Manu 28 novembre 2016 at 10:11

    Non ho mai fatto il pudding, ma vedo che non è affatto difficile e la tua proposta mi stuzzica molto unico problema è trovare il tempo per la cottura, però ci studierò
    grazie Manu

  • Reply Francesca lanuova 28 novembre 2016 at 10:14

    Bertuzzi tu sei già al post….te possono! Io riuscirò a scriverlo a Pasqua😂😂😂 Comunque mitica!

  • Reply Roberta 28 novembre 2016 at 10:59

    Bertuzzi è sempre un onore essere citata nei tuoi post, grazie di cuore. E grazie anche per avermi dato la gioia di condividere con te e il resto del gruppo la passione per “The most wonderful time of the Year”. E’ appena iniziato, continuiamo cosí! Risultato spettacolare, come ci hai abituati. Un abbraccio e a presto.

  • Reply Ilaria 28 novembre 2016 at 14:46

    Incredibile hai cominciato dopo e hai già scritto il post…e io sono ancora li che misuro la temperatura delle stanze per capire che forse era meglio metterlo dall’altra parte ahahahahahah

  • Reply Mapi 28 novembre 2016 at 15:51

    Il post non l’ho scritto, ma il pudding l’ho fatto, eccome! 😉
    Nigel Slater consiglia di sostituire la mela con una mela cotogna grattugiata. E’ il primo anno che provo la sua ricetta, ti saprò dire!
    Comunque è vero, il Natale è uno stato d’animo e in tempi consumisti come i nostri è bellissimo recuperarne la magia attraverso gesti e profumi antichi.
    Un bacione!

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 28 novembre 2016 at 17:02

    Mi fa strano che quest’anno Ale non abbia ancora iniziato a cantare “it’s the most wonderful time of the year”, solitamente mi delizia già dal 20 novembre 😀
    Una preparazione che mi intriga moltissimo, e che non ho mai assaggiato.. dovrò comprare anche io lo stampo, per il prossimo anno ovviamente!

  • Leave a Reply