Torte & Dessert

Tiramisù all’arancia (meccanica) e Alex DeLarge

25 novembre 2016

Il mio blog è bizzarro. Qui non si viene a cercare ricette tradizionali.
Qui si trovano solo piatti strani, che tanto ci pensano gli altri diecimila foodblog a pubblicare le cose normali!!

Anche stavolta la ricetta non è classica perché ho dovuto obbedire ai diktat di quella matta della Susy May, vincitrice dell’ultima sfida MT Challenge, che ha scelto di farci interpretare il tiramisù.
Facile, no? No!
Lo step successivo è legare la nostra interpretazione della ricetta ad un personaggio cinematografico che per noi è sexy.
Ohmiodio sexy? Come farò? Ho un concetto di sexy tutto mio. E poi tutti gli attori che per me erano sexy sono finiti grassi, alcolizzati e in mezzo a divorzi infernali!!

Ero diretta su Uma Thurman: mi sono rivista Pulp Fiction e pure il primo Kill Bill ma niente, nessuna ispirazione degna. Mi succede sempre così con le sfide MT Challenge: la prima ispirazione, anche se mi sembra una bomba, non è mai quella giusta. Porto pazienza e aspetto che mi arrivi la vera illuminazione.

Una mattina mi sveglio e la prima visione che ho è l’occhio furbo di Alex DeLarge, protagonista di Arancia Meccanica.
Non trovo sexy il personaggio dagli abiti discutibili ma il concetto!

Alex e i suoi compari sono un prodotto spaventoso della società moderna: giovani drogati che girano per le strade praticando l’amata ultraviolenza e che violano proprietà private commettendo stupri e picchiando selvaggiamente.

Eppure…

Eppure ricordo ancora quanto sono rimasta attratta dalla visione di Alex, dal suo milk plus, dal Korova Milk Bar, dai suoi sguardi, dalla musica del buon Ludwig Van che lo conduce prima come una compagna di giochi e poi lo violenta nel percorso di rieducazione con la “Ludovico technique”. 

Tanti come me sono rimasti affascinati da tutto questo, tanto che i finti Korova Milk Bar in Italia esistono a decine e non so quante volte ho trovato sul listino dei drink il Latte Più.

Perché considero Alex sexy, quindi? Perché mi permette di evadere dalla realtà!
Mi ha fatta entrare nel suo personale mondo privo di morale dove conduce una vita che istintivamente trovo ripugnante ma che sotto sotto un po’ invidio.

Sentirmi libera di coprire di pugni quella persona che mi sta così tanto sulle palle. (e pensare che mi fa senso anche solo scriverlo…)
Bere un bicchierone di latte e mescalina e perdermi nell’oblio.
Vestire in modo eccentrico con una divisa da cricket come fosse normale.
Pagare tutte le conseguenze di una vita così al limite ma avere quello sguardo: lo sguardo di chi è rimasto com’era nonostante la società lo voglia diverso.
Questo è sexy!

Insomma niente figaccioni, niente storie d’amore e donne bellissime.
Io scelgo Alex! 😀

alex_delarge

E qua comincia l’epopea della costruzione del mio tiramisù, miei cari amici ascoltatori.

Ringrazio il mio gruppo d’ascolto e terapia per il supporto e per non aver ceduto alle mie richieste di provare la mescalina tutte insieme in una stanza. Vi porto nel cuore come sempre mie amate Cristiana, Flavia ed Ilaria.
Ringrazio anche Eleonora che mi ha dato una preziosa dritta suggerendomi l’uso caramello salato al posto del dulce de leche a cui avevo pensato io.

Detto questo il mio tiramisù è fatto di:
– savoiardi bagnati di succo d’arancia (ma va? Chi l’avrebbe mai detto!) e Cointreau;
– crema al mascarpone classica;
– un micro-strato di caramello salato per dare al mascarpone quel tocco in più e farlo diventare Milk Plus;
– pezzetti di spicchi d’arancia pelati a vivo che effettivamente danno quel senso di stupore quando li si trova nella fetta e che stanno a simboleggiare un po’ l’effetto stupefacente della droga. E non fate quella faccia! Io volevo grattugiarci la mescalina ma è illegale e il gruppo di supporto m’ha detto di lasciar perdere.

Uso la stessa ricetta della crema dai tempi del primo tiramisù, che ho preparato a 9 anni, eppure su dieci tiramisù uno mi riesce sempre con la crema al mascarpone farlocca. Indovinate qual è, dei dieci, il tiramisù che mi è uscito male.
Ecco, bravissimi!
Non ho una spiegazione valida, ogni tanto mi succede e mi dispero completamente: ho un sacco di testimoni 😀

Bando alle ciance, magneteve sto tiramisù che è pure più buono il giorno dopo.

TIRAMISÙ ALL’ARANCIA E LATTE PIÙ

dsc_1408

per una pirofila 20×30 cm circa

per il caramello salato

100 g di zucchero semolato
30 g di acqua
45 g di panna fresca, molto calda
20 g di burro salato

In un pentolino dal fondo pesante mescolate assieme acqua e zucchero, portate poi sul fuoco e mescolate continuamente fino a che lo zucchero risulta sciolto. A questo punto lasciate bollire l’intruglio indisturbato fino a che diventa di un bel color ambrato. Togliete il caramello dal fuoco e lentamente unitevi la panna molto molto calda mescolando bene con una spatola di silicone o un cucchiaio di legno: attenzione agli schizzi, questo è un passaggio veramente inquietante e pericoloso!!
Tornate sul fuoco, con fiamma molto bassa e mescolate per un minuto fino a che si forma un meraviglioso caramello così sssexy da lasciarvi con le bave alla bocca 😀
Togliete dalla fiamma e inserite il burro mescolando finché il tutto è ben omogeneo.
Versate il caramello in un vasetto/bicchiere di vetro resistente al calore e fatelo raffreddare mescolando di tanto in tanto.

NOTE:
– Raffreddandosi il caramello indurisce, basterà scaldarlo qualche secondo al microonde per farlo tornare fluido.
– Si conserva a temperatura ambiente per 2 giorni e in freezer, in un contenitore ermetico, per 2 mesi.

per la crema al mascarpone

500 g di mascarpone
3 tuorli di uova grandi + 130 g di zucchero semolato
3 albumi di uova grandi + 40 g di zucchero

In una ciotola grande, montate con le fruste elettriche tuorli e zucchero fino a che sono belli spumosi e chiari, circa 5 minuti.
In un’altra ciotola, montate albumi e zucchero a neve ferma.
Incorporate il mascarpone alla montata di tuorli e zucchero e quando la crema è omogenea unite gli albumi montati aiutandovi con un cucchiaio di metallo, facendo movimenti delicati dal basso verso l’alto. Tenete in frigo fino al momento dell’uso, in ogni caso consiglio di farla al massimo 3 ore prima di montare il tiramisù.

montare il tiramisù

40 savoiardi, all’incirca
succo di 7 arance, unito ad una quantità di Cointreau che lascio decidere a voi 😀
crema al mascarpone
spicchi di due arance, pelati a vivo e fatti a pezzetti
caramello salato, tiepido o a temperatura ambiente

Bagnate i savoiardi nel succo d’arancia e distribuiteli nella pirofila prescelta formando uno strato, coprite con metà dose di crema al mascarpone, spargete metà degli spicchi d’arancia a pezzetti e poi, meraviglia delle meraviglie, colate uno strato fine fine di caramello salato. Non sarà un’operazione semplice ma con la pazienza si fa 🙂
Ripetete lo strato di savoiardi e di mascarpone, spargete i rimanenti spicchi e, se volete, cospargete “alla Pollock” un po’ di caramello sulla superficie ma il mio consiglio è di farlo sulle singole fette.

Godete senza rimorsi ed esitazione. Promettetevi di andare a correre domani e poi non fatelo 🙂

Si conserva per 48h in frigorifero, siccome contiene uova crude non consumatelo oltre questo limite.

tiramisù

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂

Con questa ricetta partecipo alla sfida MTC n°61: IL TIRAMISÙ!

banner-sfida-61

 

 

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply dani 25 novembre 2016 at 9:05

    Ti adoro. E oltre alle ricette fuori dal comune ma buonissime, vengo sul tuo blog perché mi fai sempre ridere e adoro i tuoi ragionamenti. Bravissima Fede, questo giro mi associo alla Baker e tifo per la tua vittoria!

  • Reply Elisa Dondi 25 novembre 2016 at 9:09

    Più mescalina per tutti!!! Scherzi a parte il tuo tiramisù è da dipendenza…da sballo peso!!! Sei unica!!! Ciaooooo

  • Reply Francesca Lanuova 25 novembre 2016 at 9:48

    Bella Federica,bello il tuo post,bellissimo il film che hai scelto,bella la foto e bello il tiramisù… No,quello buonoooooo!

  • Reply Flavia (Elisa Baker) 25 novembre 2016 at 9:56

    Cara la mia Cleme del cuore, al nostro gruppo d’ascolto non potrei rinunciare …siete la mia stanza dei “pugni”, degli sfoghi e delle risate più assurde della storia!! Ciò non toglie che anche se con la Cri si sia declinato l’invito al Mescalina Party, prima o poi noi non ci si ritrovi in una stessa stanza a scofanarci di tiramisù vari, a delirare come se ci fossimo fatte di ogni tipo di sostanza stupefacente….che poi chi meglio di noi?! NOI SIAMO STUPEFACENTI allo stato pur…hai saputo tirare fuori un sexy anomalo e ci sei riuscita alla grandissima…stavolta non ti perculo…. però non nego che stavolta ti ci vedo bene a farti venire l’angoscia su cosa proporre per le sfide di gennaio ahahahahhahaa
    A dopo sul gruppo d’ascolto cara…che sai che non passa giorno che non se ne tiri fuori qualcuna delle nostre

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 25 novembre 2016 at 9:58

    Quindi, riassumendo, ti piacciono con gli occhi da pazzo e il pacco gigante in bella evidenza 😀 😀
    Scherzo, nè!?!
    Lo sguardo pazzo di Malcolm McDowell ha fatto epoca, non c’è che dire, e io lo trovo ancor più fascinoso ora (anche quando fa il pazzo comunista che mangia i bambini.. uno dai ruoli facili, non c’è che dire)!

    Mi garba assai questo tiramisù all’arancia, che oltretutto mi fa sentire meno sola, perché è matematico che se devo fare un dolce per qualcuno (da portare ad una cena) o per qualcosa (leggasi blog) succede sempre che venga una merda, anche se l’ho fatto mille mila volte. Mesi fa, quando un pezzo di redazione si è trovata a Torino, ho dovuto fare la torta di nocciole più stupida del mondo 3 volte prima di farla edibile.. fai tu!

  • Reply Mai 25 novembre 2016 at 12:55

    Arietina pazoide!!! Quelli occhi del sopranominato “stronzo” li ho tenuti come salvaschermo del mio computer… adesso da un bel po di tempo ci tengo Lo sguardo di Dexter!!! hai capito cosa mi attira?!! anche se al primo posto ce Gary in Dracula. Perciò capisco al 100 per cento la tua scelta, neanche i belli fano per me… tu cercavi la mescalina ed io l’assensio!
    Sei sempre tanto vicina, che prima o poi ci cadi dentro l’avviso dell’ vincitore… io quoto il tuo tiramisù pazzo e sorprendente con quelli pezzetti di arancie fresche da fare “spalancare gli occhi” e quel toco di caramello….
    e preparati….

  • Reply Kika 25 novembre 2016 at 19:08

    E sticazzi Bertuzzi, ma quanto mi piace leggerti nella tua vita intelligentemente sregolata. Crei meraviglie mai banali e questa non è da meno. Chi non ha in fondo a se stesso quella lucina che Alex ostenta in modo così disperato e sprezzante della vita altrui? Serve solo il coraggio di dichiararlo a se stessi.

  • Reply alessandra 26 novembre 2016 at 4:53

    “ripromettevi di andare a correre e poi non fatelo ”
    questa, la vorrei come epitaffio.
    per il resto, e’ tornata la Bertuzzi- e il fatto che ci volesse Alex De Large per restituircela, la dice lunga su tutto quanto. Sta’ a vedere che trovo il coraggio di guardare Arancia Meccanica, dopo 35 anni di vil rifiuto. Ma in qualche modo dovro’ ringraziarlo, no, per questo ritorno alla grande dell’anima piu’ realmente trasgressiva del web. O faccio meglio a spararmi tutte le nove sinfonie, a manetta?
    Anyway: ispirazione pazzesca, gruppo d’ascolto un po’ moscio, perche’ io ti avrei fatto osare di piu’. Mancano tutte le droghe che stanno bene con l’arancia e il caramello (lo zenzero, la cannella, i chiodi di garofano, la noce moscata, il macis, l’anice – questo lo sottolineo-… i semi di papavero -questi li sottolineo due volte… spingi un po’ di piu’ sull’acceleratore, Fede, perche’ tu lo poi fare: sei una fuoriclasse, non una campionessa. Inizia a crederci- e metti la quarta 🙂

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 26 novembre 2016 at 8:55

      Zenzero e cannella li avevo scritti sugli appunti ma il problema maggiore di questo tiramisù è che doveva essere family-friendly 😄 quindi ho tolto le spezie in modo che potesse piacere a tutti! Il volo pindarico lo faccio un’altra volta!

  • Reply Patty 28 novembre 2016 at 8:08

    Aspettavo di venire a leggere e mi sono ritrovata nel mio delirio di quindicenne, nella confusione ormonale della mia seconda superiore quando andavo in giro vestita da nerd, con la molletta nei capelli e a casa dirigevo con una bacchetta invisibile La Valchiria sognando in segreto Alex e Jim Morrison.
    Ti adoro perché non segui mai la partitura, sei una Jam pura, e i tuoi assoli mi lasciano sempre a bocca aperta. Che tu vinca o meno, la bellezza è che in ogni tua prova ci sei davvero tu.
    E poi, che bisogno hai di Mescalina, quando sei già stupefacente?
    Grandissima Fede <3

  • Reply Susy May 30 novembre 2016 at 12:03

    Te sei una di fuori come i balconi ed è per questo che stiamo bene insieme! Tu, io ed Alex il magico trio così stupefacenti che a noi la Mescalina ci fa na sega vai!
    D’altronde a noi ci piacciono gli uomini “cattivi” e che ci possiamo fare? Nulla, va benissimo così, quelli buoni li buttiamo alle ortiche! Eheheheh!!!
    Il tiramisù è di quelli da urlo e capperina se lo AMO, anzi ne vorrei a quintalate di codesto tiramisù perché crea già dipendenza solo a guardarlo….e credo che Alex avrebbe abbandonato il suo Latte per questa tua proposta.
    Che altro aggiungere se non che sei un MITO per me e da oggi il mio PERSONAL PUSHER! Ti lovvo Bertuzzi ti lovvo!!!!!

  • Reply cristiana di paola 30 novembre 2016 at 22:14

    Eccomi finalmente. Sai la cosa che mi piace di più? i pezzetti ‘arancia: secondo me sono veramente da sballo. Non te li aspetti e smorzano il dolce dolce del caramello. P.S.Arancia meccanica mi fece schifo, ma capisco perfettamente quello che scrivi

  • Leave a Reply