Primi piatti, Zuppe & Minestre

Gnocchi ripieni

20 settembre 2016

Per questo nuovo anno di MT Challenge credo proprio che le mie ricette, le mie idee e i miei post saranno scanditi dagli orari di sonno di Massimino: questi gnocchi ne sono la prova lampante!

Appena ho visto che Annarita proponeva, fra le tre versioni di gnocchi, anche quella ripiena ho avuto immediatamente un’idea: gnocchi ripieni di baccalà mantecato!
Facilissimo a dirsi, impossibile a farsi…il termine di fine gara è troppo vicino. Il baccalà era da ammollare e non avevo nemmeno un’idea per il sugo d’accompagnamento. In casa, però, avevo del ragù congelato e da lì è stato un attimo realizzare che avrei fatto dei fantastici gnocchi ripieni di ragù con la fonduta di Grana Padano: perfetti per i nostri appetiti robusti e poco gastrofighetti ed incredibilmente buoni…ma davvero! Sono proprio da “mmmmmhhh chebbbuoniii!!” 🙂

GNOCCHI RIPIENI DI RAGU’ SU FONDUTA DI GRANA PADANO

gnocchi

Per il ripieno
1 piccola cipolla
1 carota
1 costa di sedano
30 g di burro
olio extravergine d’oliva
250 g di carne macinata di manzo di prima scelta
250 g di carne macinata di vitello di prima scelta
70 g di salsiccia di maiale
80 ml di Valpolicella Classico, o altro vino rosso corposo
350 g di passata di pomodoro + 120 ml di acqua
1 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro

Fate un battuto di sedano, carota e cipolla.
In una pentola mettete il burro, un giro d’olio e il battuto. Fate andare a fiamma dolce per una decina di minuti, mescolando ogni tanto.
Sbriciolate la salsiccia nel soffritto e di seguito la carne macinata di vitello e manzo.
Alzate la fiamma e, fin che la carne soffrigge, rompetela con un cucchiaio. Bagnate il tutto col vino e fate asciugare il liquido continuando a mescolare, ci impiegherà una decina di minuti.
Infine unite il concentrato, la passata e 250ml di acqua.
Abbassate il fuoco al minimo, deve appena sobbollire, e fate andare per almeno 2 ore (io lo lascio su anche 3) controllando che tutto proceda bene.

Passato tutto il tempo di cui il ragù ha bisogno, spegnete il fuoco e lasciatelo tranquillo per qualche minuto.
Assaggiate e regolate di sale secondo il vostro gusto.
Per poter riempire gli gnocchi senza troppa fatica vi consiglio di lasciare raffreddare il ragù e di passarlo in frigo per un paio d’ore in modo che si rassodi.

Per gli gnocchi
600 g di patate per gnocchi, per me varietà Agata
130 g di farina 00
1 uovo

Lavate le patate e mettetele intere con la buccia in una pirofila in forno a 200°C per circa 40 minuti.
Sfornatele e cercate di pelarle subito in modo tale da togliere solo la buccia e non la parte ricca di amido che sta sotto di essa, schiacciatele e allargatele sulla spianatoia per far uscire il vapore. Inserite poco alla volta la farina e l’uovo e compattate a formare una pagnotta. Fate dei salsicciotti piuttosto grandi e prelevate una porzione di circa 20 grammi, appiattitela e inserite il ragù. Richiudete intorno al ripieno fino a sigillare completamente. Fate roteare tra le mani per dare una forma tondeggiante. Continuate fino a esaurimento dell’impasto.

dsc_1305

Per la fonduta di Grana Padano
150 g di latte intero
120 g di Grana Padano, grattugiato
sale e pepe

Portate il latte a ebollizione, togliete dal fuoco e incorporatevi il Grana Padano grattugiato mescolando finché l’insieme non diventa cremoso.

NOTE:
– è la prima fonduta della mia vita e, sono sincera, non ho la minima idea di quale sia il procedimento corretto. La prima volta non riuscivo a far sciogliere bene il Grana e siccome avevo fretta ho dato un colpo di minipimer al tutto 😀 non sarà stata una fonduta perfetta ma era buona tanto quanto. Se vi trovate nei pasticci pensate a quel sacro attrezzo che è, appunto, il minipimer!

Finitura del piatto

Cuocete gli gnocchi in acqua bollente salata fino a che saliranno a galla, scolateli e passateli nella fonduta calda. Divorate subito!

dsc_1314

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂

Con questa ricetta partecipo a MTC n°59 : GLI GNOCCHI!

banner

You Might Also Like

28 Comments

  • Reply Ilaria 20 settembre 2016 at 16:08

    Sono convinta che Massimino si adeguerà presto e comprenderà di non poterci lasciare orfane delle tue meravigliose intro, anzi sarà proprio lui l’argomento principe e sto già ridendo ora…
    Gnocchi gustosissimi con abbinata da mmmmmmm…che buoniiiiiiiiiiiiiiiiiii

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 20 settembre 2016 at 16:14

      Guarda che rabbia non aver potuto scrivere il post che avevo in mente 🙂
      Ma lo tengo lì in caldo!!!!

  • Reply Mariella 20 settembre 2016 at 16:14

    Io sono stupita che tu riesca a cucinare, nonostante Massimino! E,comunque, ci credo che li avete divorati!

  • Reply Giulietta 20 settembre 2016 at 16:48

    Dunque il ragù lo hai infilato dentro…eh?
    E fuori hai lasciato il grana…eh?
    E così vi siete elegantemente rifocillati con un semplice piatto di gnocchi al ragù….eh?
    Ma brava, è così che si fa!
    Un bacio

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 20 settembre 2016 at 16:56

      Proprio così! Facile e non scontato 🙂
      E soprattutto avevo tutto in casa!!! 😀

  • Reply Anna Laura 20 settembre 2016 at 17:11

    Le nuove frontiere degli gnocchi al ragù. C’è chi può e chi non può. Tu può.

  • Reply Patty 20 settembre 2016 at 17:16

    Io immagino solo la scena, che sicuramente non è avvenuta alla tua tavola perché tu sei molto più compita di me….io avrei messo la faccia direttamente nel piatto come in una gara a chi mangia di più, e li avrei sbranati senza neanche passare dal via.
    Buttati pure su quello che sembra scontato, che non lo è per niente.
    Aspetto il post official!
    TVTB

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 20 settembre 2016 at 17:37

      Io sono quella compita?? Ti ricordo che hai una foto compromettente di me che bevo due litri di brodo dal piatto ahahahhahahah

  • Reply Giuliana 20 settembre 2016 at 19:52

    apperò!! Credo che quel piatto non mi basterebbe e hai usato il verbo giusto, divorare! Complimenti!

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 20 settembre 2016 at 20:45

      Infatti è stata dura ma volevo avanzarne una decina anche per l’Orso Bruno: se non è amore questo 😀

  • Reply Ross 21 settembre 2016 at 8:42

    Bbbbuoni, amo gli gnocchi al ragù, adoro gli gnocchi con fonduta di Parmigiano o Grana. Tu hai unito le due cose creando un piatto che mi ha conquistato.

  • Reply Annarita Rossi 21 settembre 2016 at 10:28

    Mi chiedo come tu faccia a fare tutto con un nanetto così piccolo, un marito, una casa, un cane, facendolo sembrare la cosa più facile del mondo. é vero che Massimino è d’oro ma quando chiama chiama ,;mia nonna diceva che i figli “vogliono il meglio tempo” di giorno e di notte. Mentre aspetto storie di tette anarchiche perchè mica vogliamo perdercela questa puntata, gli gnocchi mi piacciono. Non potevo aspettarmi altro da te: una con un pensiero più lineare avrebbe messo il formaggio dentro e il ragù fuori, tu no hai fatto il contrario e questo mi piace un sacco. Un bacione super mammina

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 21 settembre 2016 at 13:06

      Approfitto dei sonnellini di Massimo che è proprio bravo e quando sono in crisi marito e nonni sono la mia ancora di salvataggio!!!!
      Sono contenta che ti siano piaciuti gli gnocchi, sono tanto semplici e allo stesso tempo da sballo 🙂

  • Reply Antonella 25 settembre 2016 at 14:53

    IL ragu’ nascosto!! Chi se lo aspetterebbe!? Di solito é fuori, ad avvolgere il tutto, invece tu hai fatto come una magia. Con quella fonduta poi…..mi piacciono davvero tanto. Brava!

  • Reply Alice 26 settembre 2016 at 10:08

    Il ragù dentro è una genialata degna di te e che approvo in pieno…anche perché se si tratta di ragù io ne voglio a quintali nel piatto! 😀
    Grandissima, e siamo tutti in attesa dell’epopea delle tette 😀

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 26 settembre 2016 at 12:52

      Ciao Aliceeee!!
      L’epopea delle tette è nell’ultimo post con le polpette ahahahah enjoy 😄

  • Reply alessandra 26 settembre 2016 at 14:09

    la Fonduta, propriamente, non si fa con un formaggio stagionato. Per cui, tutti i possibili consigli (dall’ammollo nel latte al bagnomaria, poniamo) vanno serenamente a farsi fottere. E comunque, di fronte a sua maesta’ il minipimer, tutti ci inchiniamo in reverente sudditanza, alpeggi compresi.
    Noto piuttosto una simpatia per il Grana Padano (anche nelle lasagne, usi quello) che ti rende ancor piu’ speciale nella tua reale figaggine (che poi non so se c’entra con l’epopea delle tette, ma ormai sto pensando alle vacche)
    E comunque: questo e’ l’MTC in cui sto suggerendo di continuo di fare il contrario. Specie col formaggio, che in un piatto come questo avrebbe quasi piu’ senso come condimento che non come ripieno, per mille motivi che non ti sto a spiegare, perche’ non ce n’e’ bisogno.
    Voila’
    Baciami il nipotino

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 26 settembre 2016 at 22:27

      Ecco perché la fonduta non mi è riuscita come volevo! Ma come mai allora tutti si ostinano a farla e proporla con Grana e Parmigiano?? La simpatia per il Grana Padano è una cosa di famiglia, ce la tramandiamo come gli occhi chiari e la testa dura..tipo il dna insomma 😄

  • Reply Flavia ( Elisa Baker) 26 settembre 2016 at 22:52

    Guarda io ti approvo tutto…. Dal ragù interno, cioè ogni gnocco ha il suo personale quantitativo di ragù…è una! Alla fonduta, com’è che dicono??” Furba”? …ma vieniiiiiiiiiiii tutta la vita…… unico difetto?? Secondo me 10 a testa NON POSSONO BASTARE, GRANDE clementaina

  • Reply Giorgia 27 settembre 2016 at 16:45

    Io ho già fuso un paio di minipimer a forza di usarli, che sia benedetto il minipimer. Mi è capitato di avere dei problemi con una fonduta di formaggio fresco e santomini è stato una benedizione! Poco ortodosso, ma chissene! A me questi gnocchi per nulla gastrofighetti piacciono da morire. La Robert mi ha anche invogliato all’acquisto di una slow cooker e al momento c’è un ragù che pippia in pentola… Ne dovrei approfittare prima che arrivi il nano 🙂

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 27 settembre 2016 at 20:19

      Si si si approfitta di questi giorni pre-pupo!!! Fai tonnellate di ragù e altre cose surgelabili che ti torneranno comodissime quando non avrai tempo di dedicarti alla cucina 🙂

  • Reply cecilia 30 settembre 2016 at 9:51

    Lo so che mi ripeto, ma questi li rifaccio, come del resto ogni altra cosa che proponi te <3.
    Anzi, ti dirò di più, ti dedicherò un quaderno apposito con su scritto "Ricette della Federica Bertuzzi", tanto ormai ne ho un certo numero! Sei proprio nelle mie corde culinarie e non solo, grande Fede! :-*

  • Reply acquaviva 30 settembre 2016 at 10:01

    … comunque gli gnocchi ripieni di baccalà mantecato prima o poi arrivano, vero?! Gnam!!!

    • Reply FedeB | La Blonde Femme 30 settembre 2016 at 13:27

      Mi piacerebbe molto! Infatti pure io sono rimasta con questa pulce nell’orecchio e non vedo l’ora di provare a farmeli 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.