Fusion Confusion, Primi piatti, Zuppe & Minestre

La bellezza delle vacanze natalizie – Banzai!! Noodles

11 gennaio 2016
 
“L’azienda chiuderà per le festività natalizie dal 24 dicembre al 10 gennaio”
Quando ho letto l’annuncio affisso in bacheca non ci potevo credere!
Penso anche di essermi messa a saltare di gioia, in bagno…da sola 🙂
Davvero, se mi avessero dato 1000€ in contanti non sarei stata altrettanto felice!
Adoro stare a casa nel periodo di Natale per rilassarmi, vivere la vita come piace a me e senza ritmi imposti dal tran tran lavorativo, sfogliare libri, scrivere e…CUCINARE!! 😀
Quindi cos’ho fatto oltre all’annuale gita all’Ikea e ai tremila pranzi e cene?
Ho recuperato del lievito madre e ho provato a fare il mio primo panettone concludendo che, sì, è venuto bene ma quello che compro mi piace di più! 😀
Pochi giorni dopo, senza il minimo pentimento, ho lanciato il mio lievito madre nell’immondizia perché per l’ennesima volta mi sono resa conto che non siamo fatti l’uno per l’altra, ahimè! 🙂
E poi ho anche fatto il mio primo albero di Natale!!
L’ho desiderato fin da piccola e quest’anno sono riuscita nel mio intento 😀
E’ alto due metri e mi sono sbizzarrita decorandolo in blu, azzurro e bianco con palline di ogni misura e gingilli vari che un po’ mi simboleggiano, nella speranza di arricchirlo di anno in anno con oggetti e memorabilia vari 🙂
Sonaglino anti-Maya 😀

 

Una pallina vintage con cui è stato amore a prima vista!

 

Civetta/Gufo n°1 perché simboleggia saggezza
Civetta/Gufo n°2…c’è bisogno di tanta saggezza 🙂

 

 

3 palline in vetro trasparente perché…portano fortuna 😀

 

Due coppe Martini e qui credo non ci sia bisogno di dire nulla 😀
Il puntale!

 

E la vista di un pezzo di albero 🙂

E’ stato bello averlo in casa: ha portato un sacco di magia natalizia e poi io e l’Orso Bruno ci abbiamo nascosto i nostri regali!

Vi piace?? 🙂
Purtroppo è ora di tornare alla realtà, domani si rientra in ufficio e devo ancora capire il mio grado infelicità a riguardo.

Di certo mi mancherà avere tutto questo tempo da passare in famiglia a fare le cose che mi piacciono davvero!!!!

Mi sono lanciata nella creazione dei miei “Banzai!! Noodles” un paio d’anni fa dopo aver visto una puntata di Jamie in 15 minuti 😀
Ho personalizzato parecchio la ricetta usando un po’ quello che ho trovato nel mio solito supermercato e da allora è una delle mie minestre preferite perché è diversa dal nostro solito brodo, è saporita, piena di verdura e soddisfa appetiti degni dell’Orso Bruno.
Il nome è di mia invenzione e lungi da me affermare che sia vero cibo asiatico però, usando lemongrass, zenzero, salsa di soia e peperoncino, avrete la sensazione di essere trasportati via in mondi lontani 🙂
PS: visto che ero in vacanza ho fatto anche un paio di scatti “Food & Humans” 😛
BANZAI!! NOODLES

Ingredienti: per 4 persone
1,5 litri di brodo di verdura *vedi note
3 steli di lemongrass *vedi note
300 g di taccole, tagliate a pezzi di 2 cm
mezzo cavolo cinese, affettato con la mandolina
un broccolo
2 pak choi (o bok choi), sostituibile con altre foglie di cavolo a piacimento, io per esempio ho usato la verza
1 peperoncino rosso
5 cm di zenzero fresco
3-4 cucchiai di salsa di soia
6 nidi di noodles all’uovo
2 lime

per i gamberi
500 g di gamberi, puliti e sgusciati
due spicchi d’aglio
3 cm di zenzero
1 peperoncino
3 cucchiai di miele
olio Extra Vergine d’Oliva


Mettete il brodo di verdura in una pentola capiente (anche quella dove lo avete preparato va benissimo) e fatelo sobbollire aggiungendo il lemongrass che avrete prima inciso lungo tutto il fusto in modo da far uscire l’aroma dalle fibre.
Aggiungete al brodo anche lo zenzero grattugiato, la salsa di soia e il peperoncino affettato (sta a voi lasciare o togliere parte dei semi in modo da regolare la piccantezza del brodo).
Tagliate le estremità del broccolo, affettate il pak choi (o il cavolo che avete scelto) e aggiungeteli al brodo assieme alle taccole e al cavolo cinese.

Nel mentre preparate i gamberi.
Mettete un filo d’olio in padella, aggiungendo gli spicchi d’aglio schiacciati, il peperoncino e lo zenzero grattugiato.
Fate soffriggere un minuto e poi aggiungete i gamberi.
Quando i gamberi sono quasi cotti aggiungete il miele e mescolate bene in modo che siano ben coperti.

Tornate al brodo con le verdure, aggiungete i noodles e portateli a cottura (ci vorranno pochissimi minuti).

Assaggiate il brodo e regolatelo di sale o salsa di soia secondo i vostri gusti, se va bene così tanto meglio 🙂

Servite caldissimo in ciotole mettendo sulla superficie i gamberi. Buonissimo 🙂

NOTE:
– Per il brodo: tagliate a pezzi di 5cm una carota e una costa di sedano, tagliate la cipolla in 8 spicchi e mettete tutto in una pentola profonda. Coprite con 2 litri di acqua fredda, portate e bollore e fate sobbollire a fuoco basso per un’ora. Filtrate il brodo, salatelo secondo il vostro gusto e sarete pronti a cominciare la ricetta!
– Non impazzite a cercare il lemongrass, se non ce l’avete viene comunque un risultato buonissimo.

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂

noodles

 

Con questa ricetta partecipo all’MTC n°53: MTC n°53: Minestrone e zuppe!

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply acquaviva 11 gennaio 2016 at 11:31

    uh, questa mi piace assaissimo!

    • Reply FedeB 11 gennaio 2016 at 22:21

      Sentirlo dire da te mi fa molto molto piacere 🙂

  • Reply Cristiana Beufalamode 11 gennaio 2016 at 21:57

    La provo sai?? Sicuro al 100%! La foto con la tua linguetta di fuori mi fa morire. Curiosità: perché fino ad oggi non hai mai avuto l'albero? I tuoi erano contrari?

    • Reply FedeB 11 gennaio 2016 at 22:25

      Non erano contrari ma mia madre adora fare il presepe quindi si è dedicata sempre a quello! Per un paio d'anni abbiamo avuto un alberello alto 40cm spennacchiato giusto perchè l'avevo stressata ma generalmente non era d'abitudine 😀
      Poi a noi porta i regali Santa Lucia il 13 dicembre e Babbo Natale tira dritto quindi l'albero non serviva proprio 🙂

  • Reply mari ►☼◄ lasagnapazza 17 gennaio 2016 at 13:01

    Ma non l'hia fatta per la sfida questa? L'ho vista l'altro giorno ed ero convinta che partecipasse. E' meravigliosa, metti il link immediatamente, ma che, scherziamo? Hai forse paura di vincere?
    E' un'autentica figata, mi piace talmente tanto che proverò a farla quanto prima.
    P.S. Avrei fatto anch'io al posto tuo i salti di gioia, non c'è niente che ami di più che godermi la casa durante le festività natalizie.

  • Reply flavia galasso 18 gennaio 2016 at 13:23

    E allora, dunque sia chiaro che a me che finalmente anche l'Orso si sia convertito allo spirito NAtalizio rende felice…un po' meno il pensare che chissà quando potrò mai assaggiare (scofanarmi) una ciotola dei tuoi Banzai noodle fatta da te medesima stessa in persona….

  • Reply Chiara Picoco 19 gennaio 2016 at 18:38

    E per fortuna ci sono le amiche della redazione a far rinsavire l'ormone ballerino 😀
    Bellissima questa tua proposta "natalizia", Jamie da anche a me ogni tanto un po' di spunti per creazioni personali.
    Essendo una morissima mamma di due biondone, spero che crescano con il tuo spirito "non conventional" e non solo per una biondina.
    Kika

  • Reply Alessandra Gennaro 21 gennaio 2016 at 1:19

    Fede, è praticamente perfetta (a parte due cose :-P)
    Per l'ispirazione orientale, togli il miele dai gamberi e il sedano dal brodo- e metti uno scalogno da qualche parte (anche nel brodo va benissimo). quello che dà il sapore di dolce al gambero è l'oyster sauce. la trovi dappertutto. la allunghi con poca salsa di soia e per il resto è assolutamente perfetta.
    E quando dico assolutamente, intendo dire che questa è l'interpretazione occidentale più plausibile di tutte quelle che leggo da quando abito qui. Ma altamente più plausibile. Per il lemongrass nel brodo, per il bilanciamento dei sapori (che è il vero segreto della cucina orientale-e dirlo è facile metterlo in pratica stikazzi) per l'uso appropriato degli ingredienti, per la saggezza della quantità del brodo e via dicendo. Non è un mistero la stima che nutro nei tuoi confronti, ma è difficile esprimerla in un discorso sensato, quando ti vedo alle prese con le cucine degli altri, che sono il metro in cui si misurano il tuo approccio colto, il tuo talento, la tua umiltà e quel pizzico di creativit che è sempre la tua firma,incontenibile e inconfondibile. Vai avanti su questa strada, perchè è la tua. Bravissima!

    • Reply FedeB 21 gennaio 2016 at 6:37

      Grazie Ale! Proporre una ricetta di ispirazione "orientale" sapendo che tu la vedrai mi faceva temere il peggio e invece mi è andata benissimo 🙂
      Grazie dei consigli che mi hai dato sulla oyster sauce (che cerco subito) e sul brodo! Non avevo minimamente pensato che dalle vostre parti il sedano non è tanto in uso come aroma 😀
      Grazie grazie grazie!!!

  • Reply Silvia Pasticcci 23 gennaio 2016 at 9:52

    Che figata!

  • Reply Vitto da Marte 28 gennaio 2016 at 15:44

    Che zuppa magnificamente ricca, colorata e, quasi lo sento, profumatissima!
    Interpretazione occidentale delle zuppe di mezzo oriente. In Tailandia ne ho viste a decine, sempre diverse, sempre variegate colorate e profumate, ma con l'unico denominatore comune di essere praticamente un piatto unico che soddisfi l'appetito, lo sguardo e il palato.
    La tua mi sembra perfetta! complimenti

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.