Primi piatti, Zuppe & Minestre

Tortelli al sugo di pomodoro

23 novembre 2015
Stavolta in meno di un secondo avevo in mente la ricetta perfetta da mostrare a Monica e Luca per l’MT Challenge di questo mese: ravioli ripieni di pastissada de caval conditi con il suo sugo di fondo.
Finalmente avrei mostrato a tutti qualcosa della tradizione veronese e poi c’è tutta una storia dietro al grande consumo di carne di cavallo e asino (musso) che facciamo tra Verona e provincia.
E invece…ho sbagliato il taglio di carne, qualcos’altro è andato storto con la marinatura e ho ottenuto un blocco di cemento armato al Valpolicella che ho riciclato (con l’odio dentro) facendo delle polpettine fritte…che fritta, si sa, è buona anche una ciabatta!
Ecco.
E adesso cosa faccio per la sfida?
Il manzo? Lo usano di sicuro in tanti.
L’ossobuco? Idem.
Pollo? Pietà!
La prima cosa certa è che il sugo sarebbe stato di pomodoro, volevo provare a farne uno che mi ricordasse quello di mia nonna Gabriella (e forse ci sono andata vicina), lei lo ingentiliva con una dose di burro degna solo delle persone coraggiose. Io a quel livello di coraggio non sono ancora degna e mi sono limitata ad una noce molto abbondante 🙂
Poi volevo un tortello gigante dalla pasta spessa perché la pasta fatta in casa tirata troppo fine non mi piace, mi da una brutta sensazione all’assaggio.
E dentro???
Ci ho pensato una settimana intera e il risultato non è niente di speciale, niente di tradizionale, con la ricotta e i piselli che chiamano la primavera e siamo in pieno autunno col Natale che bussa alle porte 😀
Un tortello “alla Bertuzzi” insomma!
E Dio solo sa quanto mi sono piaciuti!!!!!!!!
Sono piaciuti molto anche all’Orso Bruno che, guardandomi con lo sguardo sorpreso mi dice “Sai cosa ci starebbe bene dentro?? Un fagiolo!!!”.
La mia espressione:
E lui che incalza “Eh lo so, ho sempre i colpi di genio!”.
Eccerto 🙂
La dose del prezzemolo e del basilico nel sugo è a sentimento…ho approfittato della ricetta per farne un quintale e purtroppo non riesco a quantificarvi quante foglie di uno e dell’altro!

TORTELLI AL SUGO DI POMODORO
 

 

Ingredienti: per una ventina di tortelli

 

per il sugo di pomodoro
1 litro di conserva di pomodoro
1 cipolla dorata
1 costa di sedano
1 carota
prezzemolo fresco
basilico fresco
olio extravergine d’oliva
burro

per la pasta
2 uova
200g di farina 00
pepe nero in grani, pestato nel mortaio
sale fino

per il ripieno
300g di ricotta di mucca
250g di pancetta affumicata, a cubetti
piselli, surgelati
Grana Padano, grattugiato

Fate un bel trito di sedano carota e cipolla.
Tritate finemente anche prezzemolo e basilico.
In un tegame dal fondo spesso mettete un giro generosissimo d’olio extra vergine d’oliva e una noce di burro, appena prende temperatura aggiungete il trito di verdure e aromi e fate andare a fuoco dolce per 15-20 minuti.
Aggiungete la passata, risciacquate la bottiglia con tre dita d’acqua e versate anch’essa in pentola. Portate a bollore, coprite, abbassate il fuoco e fate andare lento lento per un’oretta.
Passato questo tempo scoperchiate e fate andare il sugo scoperto finché non si restringe e diventa bello denso, dai 30 ai 60 minuti, sempre a fuoco dolcissimo.
Spegnete, assaggiate e regolate di sale.
Se avesse una punta di acidità di troppo aggiungete un bel pizzico di zucchero.
Mettete sul piano di lavoro la farina, create una fontana, rompete dentro le due uova, unite un bel pizzico di sale fino e 3-4 grani di pepe pestato grossolanamente.
Impastate fino ad ottenere un bell’impasto liscio, coprite di pellicola e fate riposare a temperatura ambiente per mezz’ora.
Mentre l’impasto riposa, preparate il ripieno.
Cuocete i cubetti di pancetta in una padella appena unta d’olio, quando solo belli dorati toglieteli dalla padella e fateli scolare su un po’ di carta assorbente.
Sbollentate i piselli per farli diventare teneri, scolateli e tenete da parte.
In una ciotola unite la ricotta, la pancetta, i piselli e abbondante Grana grattugiato. Assaggiate e se ce n’è bisogno regolate di sale, io non ne ho avuto bisogno.
Riprendete la pasta e stendetela con la sfogliatrice.
A me piace molto la pasta spessa e mi sono fermata allo spessore 4, se preferite una pasta più fine proseguite fino allo spessore 5.
Dalla pasta stesa ricavate dei quadrati 8×8 centrimetri, mettete un cucchiaino di ripieno nell’angolo in basso a sinistra, chiudete il quadrato facendo combaciare i due angoli opposti in modo da avere un triangolo e poi chiudeteli a tortello.
Quando avrete tutti i tortelli pronti portate una pentola d’acqua salata a bollore.
Buttate i tortelli e fateli cuocere per 9-10 minuti.
Scolateli bene, conditeli con il sugo di pomodoro e servite!

tortelli
E’ un piatto semplice, non ha effetti speciali, ma mi è piaciuto da mo-ri-re!!!
Lo metterei fra quelli fatti per MT Challenge che ho mangiato più volentieri, assieme alla storica Tonkatsu-piada! 🙂

Partecipo con questa ricetta all’MTC n°52: I raieu co-u tuccu.


 

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply sorrisone 23 novembre 2015 at 7:48

    Io ti lovvo anche tu cucinassi una manciata di sassi sei insuperabile e questi tortelli lo dimostrano, semplici forse un po' così, come dici tu alla Bertuzzi maniera ma immagino tutto il loro gusto, tutta quella pasta spessa del tortello che acchiappa il sugo di pomodoro e non lo lascia più, che libidineeeee!!! Ti lovvo Bertuzzi ti lovvo fino all'ultimo tortello!
    Susy May

  • Reply tamara cinciripini 23 novembre 2015 at 7:52

    La semplicità paga sempre ! E io mi tufferei di testa nel tuo piatto di tortelli!!!! 😘

  • Reply Rosaria Orrù 23 novembre 2015 at 8:39

    mi piace il bertuzzi-style….semplice senza tanti fronzoli… come me!!
    ma perchè il fagiolo??

  • Reply MarielladM 23 novembre 2015 at 9:59

    Saranno anche semplici, come dici tu,ma devono esser stati saporitissimi!

  • Reply flavia galasso 23 novembre 2015 at 13:58

    No..ma ora un raviolo con dentro il fagiolo ce lo farei!!! eun bel sugo di cotiche…veh mo' che se me lo avessi detto prima te li facevo fare ahahahahha….ti sono venuti benissimo e non avevo dubbi….quelli del flop, li dovrai rifare..col pezzo di carne giusto ;)…sono certa diventerebbero il tuo "cavallo" di battaglia mia cara

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 23 novembre 2015 at 20:54

    Hai fin fatto un'espressione troppo compita! Cazzo ci azzecca il fagiolo coi piselli, no scusa?!
    Mi spiace solo per il cavallo.. mannaggia alle cose che decidono di andar storte!

  • Reply Saparunda 24 novembre 2015 at 10:15

    Tu ci credi che ancora non riesco a smettere di ridere?
    No, sul serio…
    Mi immagino un fagiolo nei tortelli.
    Mi immagino io te e i legittimi consorti seduti a tavola con un piatto di questi tortelli davanti.
    Mi immagino io che ne taglio a metà uno e sbunta un fagiolo. Il mio sguardo verso di te… tu che guardi l'Orso Bruno….lui tutto soddisfatto che dice "Ho avuto o no un'idea pazzesca?"…e mio marito che risponde "ma è una figataaa!".
    Ecco.
    Eì da ieri che immagino tutto questo…
    Non ce la posso fare…. 😀 😀 😀

    Comunque, le tue ricette mi metteno sempre una fame pazzesca!

  • Reply Valentina 24 novembre 2015 at 10:39

    ma tu poi gliel'hai tirato un pacco di cannellini (rigorosamente secchi, che fanno più male) in testa? 😀 A malincuore confesso che il raviolo ripieno di ricotta, per me, chiama un condimento bianco. Per mia madre no 😀 sono 33 anni che i ravioli li mangio rigorosamente al sugo! Però l'aggiunta della mia adorata pancetta aggiunge una, due, tre marce in più! Goooo Bertuzzi!!!!!

  • Reply Lisa Fregosi 24 novembre 2015 at 10:55

    Questa sfida ha portato le ricette delle nonne alla ribalta!
    Belli i tuoi tortelli e peccato per il musso mi sarebbe piaciuto leggere la tua ricetta!

  • Reply Luca Monica 25 novembre 2015 at 9:47

    Non dovrei dirtelo…ma non riesco a smettere di ridere, ti vedo mentre lo guardi con quell'espressione…lo so non dovrei, dovrei essere più precisa e attenta ma non ci riesco, continuo a immaginare la scena!!! Mi fai morire!
    Dai torno seria, ma poi perché un fagiolo???!!! Va be'…ora sono seria. Peccato per la prima ricetta con la carne di cavallo sarebbe stata perfetta, non rinunciare e riprova a farla credo meriti parecchio. Hai alla fine portato in tavola un piatto goloso che soddisfa il palato un tortello ben bilanciato con l'aggiunta della pancetta esaltato dal sugo di pomodoro che poteva essere ancora più incisivo con una cottura più lunga…

    Un abbraccio
    monica

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.