Biscotti, Cioccolatini, Pancakes & Granola

Liberare la mente – Fucking French Toast

26 gennaio 2015

“Sai, ho smesso di fumare e ho cominciato a cucinare. Libera la testa dai pensieri”.

Mi sono sentita compresa da morire!
Niente mi libera la mente come mettermi ai fornelli, trovo che sia meravigliosamente rilassante.
E allo stesso tempo so che risulto una pazza psicopatica al resto del mondo! 😀

Sì perché uno quando pensa ad un hobby per distrarsi pensa alla moto, ad andare a correre, alla palestra, ad andare in bici, a bere una birra fresca.
Di certo a pochi viene in mente di chiudersi in casa a impastare 🙂

Ad esempio, un’ora fa ho cominciato a scrivere questo post ma mi sono distratta dopo tre secondi con Pinterest, lì ho scoperto nuovi food blog che ho subito inserito alla mia lista di blog da seguire, poi m’è venuta voglia di cioccolato e….non so come, mi sono trovata ad impastare biscotti!!
Ora, mentre i biscotti riposano in frigo, ho ricominciato a scrivere con la mente libera e molto molto più concentrata. 
Non che dire di apprezzare moltissimo questo effetto calmante 🙂

In quest’epoca di 9-10 ore piantati ad una scrivania io credo che sia sano sentire il bisogno di muovere le mani.
E non per picchiare un collega antipatico, no!
Sentiamo il bisogno di creare qualcosa, per vedere che siamo ancora capaci di fare lavori manuali, per rilassarci e, alla fine, anche per pensare meno.

L’ho scritto ancora su queste pagine che io durante il lavoro penso moltissimo (ed a qualsiasi cosa), tanto da tenere un foglio a portata di mano per appuntare tutto.
E sono pienamente convinta che una mente iperattiva come la mia si senta frustrata a dover vedere che il corpo non le risponde per ovvi doveri lavorativi.
Per questo cucinare mi rilassa: la testa si sente, finalmente, appagata.
Le mani impastano.
E il mondo, con tutti i suoi isterismi vari, lo lascio felicemente fuori dalla cucina 🙂

La ricetta di oggi è stata eletta come la mia colazione preferita, dopo anni ed anni in cui ha sempre trionfato, nella mia top list delle colazioni preferite, la torta di compleanno avanzata dal giorno prima 😀
Per farvela breve il french toast è l’elaborazione americana del francesissimo pain perdu che a sua volta si è ispirato alla ricetta dell’aliter dulcia di Marco Gavio (Apicio, per gli amici 🙂 inventato ai tempi dell’imperatore Tito, quindi verso l’80 d.C.
Insomma…gira che ti rigira tutto noi italiani ci siamo inventati! 😀

Un solo consiglio: GODETEVELO! 🙂

FUCKING FRENCH TOAST

Ingredienti: per 1 colazione da sogno
2
fette di pane in cassetta o pan brioche
1
uovo
3-4
cucchiai di latte
un
cucchiaio di zucchero a velo
scorza
di mezza arancia grattugiata
un
pizzico di cannella
una
noce di burro
per la composta veloce
2
susine nere o 2 prugne
un
cucchiaio abbondante di zucchero semolato
una
spruzzata di succo di limone



Cominciate
preparando la composta.
Lavate
le susine, privatele del nocciolo e tagliatele a pezzetti.
In
un pentolino, mettete le susine a pezzi, lo zucchero e il succo di limone; date
una mescolata e fate cuocere a fuoco medio per 10 minuti, finché si addensa.
In
un piatto fondo sbattete l’uovo con il latte, lo zucchero a velo, la scorza
d’arancia e la cannella. Mettete le fette di pane nel composto di uova e
fateglielo assorbire su entrambi i lati, un minuto per lato (anche di più se il
pane è un po’ raffermo).
Sciogliete
la noce di burro in padella e quando comincia a schiumare aggiungete le fette
di pane imbevute. Cuocete, a fuoco medio, 1-2 minuti per lato finché il pane
non fa una leggera crosticina dorata.
Servite
caldo con la composta di susine, una spolverata di zucchero a velo e una
spremuta d’arancia fresca.
Il
paradiso!!! 🙂
NOTE:

Il french toast va a sentimento: insaporitelo secondo l’ispirazione della
mattina!

Un altro abbinamento vincente è quello della vaniglia con la scorza di limone.

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂



You Might Also Like

8 Comments

  • Reply SaiPiperina 26 gennaio 2015 at 17:06

    Prima volta che ho visto un french toast? Nel film Kramer contro Kramer… e poco dopo l'ho fatto e quanto mi è piaciuto!!!! Il tuo ovviamente è più accurato e sicuramente più buono. quindi da fare!!! Blonde riguardo a tutta la questione che cucinare ti rilassa è perché in realtà "creare" con le mani è una sorta di meditazione che rilassa la mente… prima o poi ce la farai a sganciarti da quel lavoro che ti appartiene sempre meno (mi sembra di percepire chiaramente…) e riuscirai ad esprimere la tua vera passione… vedrai… permettiti di sognare per comprendere che quello che tanto sogni… E' FATTIBILE!!!! nel frattempo godiamoci le tue ricettine che con grande passione ci posti… <3

    • Reply FedeB 1 febbraio 2015 at 18:54

      Ciao cara!!! Che bello leggerti!
      Mi dico sempre che sono ancora giovane e che prima o poi riuscirò a trovare il mio lavoro che dovrà essere tanto creativo!
      Vedremo! Mai dire mai!! 🙂

      Un abbraccione!!

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 26 gennaio 2015 at 22:36

    Sì, vabbè, io son qui alle 23,33 con una tazza di orzo caldo fra le mani (chè in casa mia fa un freddo becco) e finalmente trovo il tempo di passare da te, dopo aver visto questa foto millanta volte oggi.
    E avrei voglia che fosse già mattina, la mattina di una domenica qualunque, una di quelle in cui non sono sola in casa, e trovare al mio risveglio qualcuno che mi prepara questi French toast, che io non mai assaggiato. E la domanda è: "ma sarò proprio cogliona ad essermeli persi?" La risposta è sì, e domattina mi sveglierò e troverò ad attendermi, dopo aver portato fuori Olivia, la solita tazza di the e quattro stitici biscotti secchi (o qualche fetta biscottata). Mi sa che domani spalmo cognà in ogni dove, ecco!

    Qui comunque solo roba guduriosa, eh!? Tu dici di avere la panza, ma te lo dico io, sei falsa e tendenziosa! E dove lo metti tutto sto po' po' di roba, dico io?!

    • Reply FedeB 1 febbraio 2015 at 18:51

      Ehhhh tesoro mio! Ma io durante la settimana mica ho tempo di prepararmi sempre ste cose! 😀
      E poi dove le metto???
      Tutte sul mio didietro 😀

  • Reply mari ►☼◄ lasagnapazza 1 febbraio 2015 at 11:55

    Uhhh… questo me l'ero persa! E forse sarebbe stato meglio non vederlo mai… 🙂

    • Reply FedeB 1 febbraio 2015 at 18:54

      Mari, forza, recupera le forze con un bel french toast!!!! 😀

  • Reply Mariangela Alittleplacetorest 3 marzo 2015 at 17:36

    Non so come è possibile ma questi french toast mi erano sfuggiti!
    Di qua io passo sempre…anche se silenziosamente! 😉 Stavolta, però, mi hai colpito nel vivo…comprendo benissimo le tue parole, su ciò ci rilassa, sulle ore piantati dietro ad una scrivania con tante idee in testa e la voglia di qualcosa di più…ti auguro (e mi auguro) che un giorno mani, cuore e cervello possano vivere in un'appagante armonia! 😉

    • Reply FedeB 3 marzo 2015 at 19:49

      Ciao Mariangela!!!!!!
      Grazie di cuore del tuo augurio!
      E anch'io ti auguro altrettanto 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.