Torte & Dessert

Una preziosa eredità – Plum cake di una volta

29 settembre 2014
“La mia visita ha uno scopo ben preciso…”
Sembra roba da film poliziesco e invece è questa la frase che mi è uscita quando ho chiesto alla nonna dell’Orso Bruno di darmi un paio delle sue mitiche ricette! 😀
Nonna Orsa è un vulcano di idee: condivide i suoi segreti di cucina con me, con una gioia tale che io quasi mi commuovo.
Ha una marea di ricette appuntate su pezzi di cartoncino, carta da pane, cartone delle scatole e foglietti. Tutto tenuto insieme da uno spago.
Non potete capire la mia bramosia verso quel pacchetto variegato di appunti golosi 🙂
Dentro c’è di tutto: torte, sughi di qualsiasi tipo, svariati modi di cuocere le verdure, come cucinare il baccalà, come fare un sugo d’anatra perfetto, la sua mitologica pizza!
Mi ha promesso che un giorno tutti quei foglietti saranno miei, perché io possa portare avanti le sue tradizioni con tutta la mia passione. 
E questo vale più di tutto 🙂
Ah, dimenticavo!
Tra un’indicazione e l’altra Nonna Orsa mi diceva che, ogni tanto, durante il giorno, deve sedersi per qualche minuto perché “sai, dopo quattro ore in piedi la schiena comincia a farmi un po’ male!”….ecco…io che sento il bisogno di sedermi ogni mezzora, a questo punto, volevo sprofondare 🙂
Ma dove la trova tutta quell’energia!??!
Forse in torte come questa! 🙂
Questo dolce viene direttamente dagli appunti della nonna!
Ho copiato gli ingredienti senza nemmeno sapere cosa ne sarebbe uscito e mi sono anche un po’ inventata il procedimento perché com’era descritto sul foglietto originale non mi convinceva 😛
In teoria doveva essere una torta rotonda ma ho un debole per gli stampi da plumcake 🙂
L’ho assaggiata ancora tiepida, un colpo di fulmine!
Ha il sapore delle torte che preparava la mia di nonna e che mangiavo per merenda quando ero piccola.
Preparatela anche voi perché non è un dolce qualsiasi, è una coccola al cuore.
PLUM CAKE DI UNA VOLTA

Ingredienti:
150g di burro, a temperatura ambiente
180g di zucchero +  quello per spolverare
4 uova, separate
buccia grattugiata e succo di mezzo limone
200g di fecola di patate
100g di farina “00”
un pizzico di sale
1 bustina di lievito
80g di mandorle a lamelle
Pre-riscaldate il forno a 180°C
In una ciotola grande lavorate, con un cucchiaio, il burro ammorbidito e lo zucchero in modo da ottenere un composto cremoso.
Aggiungete un tuorlo alla volta, mescolando bene.
Unite la scorza e il succo del limone sempre mescolando vigorosamente.
Incorporate la fecola, la farina, il lievito e il pizzico di sale e mescolate per amalgamare bene il tutto. L’impasto sarà densissimo ma, non disperate, è giusto che sia così! 🙂
Montate gli albumi a neve con un goccino di succo di limone.
Unite un paio di cucchiai di albumi montati all’impasto per stemperarlo un po’ e poi unite il resto mescolando dal basso verso l’alto per rendere il composto arioso e meno denso.
Versate l’impasto in uno stampo da plumcake coperto di carta da forno, cospargete di mandorle e date una spolverata di zucchero semolato.
Infornate e fate cuocere per 45 minuti, fate la prova dello stuzzicadenti per essere sicuri che sia cotto. 
Sfornate, togliete il plumcake dallo stampo e fate raffreddare completamente su una gratella.
Servite con un bicchiere di latte freddo oppure una tazza di te caldo…o da sola…  🙂
NOTE:
– Se non avete il tempo di far ammorbidire il burro potete lavorarlo assieme allo zucchero usando le mani. Col vostro calore corporeo aiuterete il burro a raggiungere la giusta temperatura e poi, appena avrà assorbito tutto lo zucchero, potete lavorarlo con un cucchiaio per renderlo completamente cremoso.
– Se non avete uno stampo da plumcake usate pure una tortiera di 24cm di diametro.
– Potete congelarla. Quando vi serve fatela scongelare a temperatura ambiente e sarà come appena fatta.

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂


You Might Also Like

18 Comments

  • Reply flavia galasso 29 settembre 2014 at 8:13

    questa volta ti invido (in senso buono) la nonna dell'Orso e quel pacchetto!!! Appena torno dal mio prossimo viaggetto, la provo davvero questa…perchè mi hai incuriosita con il sapore di una volta! Baci cara e buona settimana….Flavia Hartmann ahahahahahha

    • Reply FedeB 29 settembre 2014 at 11:44

      Guarda, ho sempre invidiato quelli che possono vantare gli archivi della nonna!
      E di recente ho scoperto di averne uno anch'io!! 🙂 Che bello!
      Mi raccomando Flavia Hartmann, poche perculatio! 😛

  • Reply Francesca Frankie 29 settembre 2014 at 10:30

    Le nonne sono un bene prezioso!!!!
    da provare questo plumcake io lo adoro inzuppato nel cappuccino a colazione!
    super gnam!!!
    un bacio

    • Reply FedeB 29 settembre 2014 at 11:45

      Frankie, quanta ragione che hai! Sia sulle nonne, sia sull'inzuppo nel cappuccino: ne vado matta!!!!

  • Reply paola 29 settembre 2014 at 11:39

    Scopro il tuo blog oggi grazie alla condivisione su Facebook dell Araba. Trovo meraviglioso trasmettere le ricette e i sapori di una volta in un mondo in cui di solito si usa e getta. Buona settimana Paola

    • Reply FedeB 29 settembre 2014 at 11:46

      Lo dico sempre che l'arma vincente è la condivisione! 😀
      Sono d'accordo con te, alla fine i sapori che ci riportano all'infanzia sono quelli che amiamo di più!
      Buona settimana anche a te, un bacione! 🙂

  • Reply Barbara 29 settembre 2014 at 13:07

    Bello bello il tuo plum cake! Ti conosco attraverso FB anch'io e ne sono felice 😉

    • Reply FedeB 30 settembre 2014 at 11:51

      Grazie!!!
      E che bello!! Mi fa piacere che tu mi abbia trovata!! 🙂

  • Reply Francy BurroeZucchero 29 settembre 2014 at 14:08

    Ti adoro, te, la nonna Orsa, gli appunti e questo favoloso plum cake che non mancherò di provare, che questo tipo di dolci sono proprio i miei preferiti, quelli dove ti riconcili col mondo intero!! grazie per aver condiviso un pezzo di quel "tesoretto"!!

    • Reply FedeB 30 settembre 2014 at 12:00

      E' quel tipo di torta poco umida, che chiama a gran voce un bicchiere di latte!
      Personalmente una delle mie preferite!! 🙂
      E io adoro te cara mia!! 🙂

  • Reply SaiPiperina 29 settembre 2014 at 16:43

    Cara Blonde io ahimè non ho né la nonna né tanto meno un pacchetto di ricette… sigh! ma in realtà me lo sono fatta da sola il mio pacchetto o meglio più quaderni e anche un raccoglitore dove negli ultimi 30 anni ho raccolto di tutto e di più, pensa che negli anni 90 mi trascrivevo tutte le ricette interessanti che il televideo quotidianamente inseriva… e a questo punto mi domando se un domani, non avendo figli, ci sarà qualcuno che desidererà avere tutto 'sto patrimonio, che però è molto meno prezioso di quello della nonna dell'Orso, perché lei se non altro le avrà provate tutte le sue ricettine mentre io neanche la metà… detto ciò questa torta sa di buono e va provata, anche io, come te, preferisco lo stampo da plum cake, perché dà un certo non so ché di english cake… Bene cara Blonde anche questa volta hai fatto colpo, ma và??? quindi alla prossima leccornia.
    Ps. ma sei tu la Fede citata oggi nello Starbooks, che ha scritto a Glynn Purnell per chiedere spiegazioni sulla dose (che si credeva eccessiva) del burro nei pomodorini confit?

    • Reply FedeB 30 settembre 2014 at 12:02

      Oddio!! Le ricette del televideo me le ricordo!!!!!
      Provala e vedrai come ti piacerà! Assieme ad una tazza di te è squisita 🙂

      Sì sì, sono io quella Fede citata nello Starbooks 😀 Anche agli chef vado a rompere le scatole 😛

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 29 settembre 2014 at 20:03

    A parte che trovo meraviglioso il soprannome Nonna Orsa (che sa un po' di papà castoro, e lo adoro), ma credo che non ci sia patrimonio più prezioso di un manuale di ricette della nonna. Anche io ne ho ereditato uno, via scanner, anche se non è di mia nonna, e a dire la verità è di un nonnO 🙂

    Bellissimo il tuo plumcake, tanto semplice eppure incredibilmente attraente!
    Un bacione

    • Reply FedeB 30 settembre 2014 at 12:03

      Papà Castoro!!! Che ricordo mi hai riportato alla mente!!! 🙂
      Sono contenta che anche tu abbia il tuo tesoro, secondo me è meglio di qualsiasi libro di cucina!

      Ciao Giulia!!!! :*

  • Reply Cecilia Bendinelli 1 ottobre 2014 at 12:33

    Ciao, io ho aperto il mio blogghino da pochissimo, senza sapere nulla di fotografia, pc, poco di facebook, nulla di instagram e twitter, devo dire che è un po' dura orientarsi in questo nuovo mondo, ma molto entusiasmante! Non faccio che chiedere amicizie e per fortuna ricevo anche altrettante richieste, però va a finire che poi non mi ricordo di tutte! 🙁
    La tua ricetta però mi è rimasta impressa, è semplice e vera come quelle che piacciono a me, me la salvo!

    • Reply FedeB 3 ottobre 2014 at 12:29

      Ciao Cecilia!!! Benvenuta allora!
      Vedrai che in poco tempo imparerai ad ambientarti e non preoccuparti delle foto o di instagram e twitter! L'importante è fare sempre le ricette che ti piacciono e che vorresti condividere con tutti! 🙂
      Ciao!!!

  • Reply Daniela C. 2 ottobre 2014 at 11:53

    Il Plum cake perfetto! Dici che posso aggiungere la frutta candita?
    Grazie e complimenti per il bellissimo blog!

    • Reply FedeB 3 ottobre 2014 at 12:27

      Direi di sì perché l'impasto è bello sostenuto e non dovrebbe farli crollare tutti in fondo! Fammi sapere!! 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.