Antipasti, Fingerfood & Torte Salate, Fusion Confusion

Il bello di essere motociclisti – Chilli Beef Pies

19 febbraio 2014

Eccomi!!! Questa sono io sulla mia moto! 🙂
Assieme alla cucina, i viaggi in motocicletta sono la mia passione!
In moto si respira libertà, si prova un sacco di felicità, c’è l’aria fresca, il saluto che si fa quando si incontra un altro motociclista dà l’euforia!
In certe giornate di afa estiva si è persino quasi contenti di prendere un po’ di pioggia.
Un po’ eh!! 😉
La moto fa sì che la meta sia il viaggio e succede che una volta a destinazione non si veda l’ora di ripartire!
Tramite imprevisti o cambi di rotta si conoscono luoghi e persone che mai e poi mai avresti immaginato, si impara a conoscere la gentilezza della gente che ti aiuta se sei in difficoltà e poi…..i bambini in macchina ti salutano sbracciandosi come i matti!! E’ divertentissimo!! 😀

Mi piace la trepidazione che provo quando preparo i bagagli prima di partire, impazzisco quando la mia meticolosità nel programmare l’itinerario viene completamente stravolta dallo spirito avventuroso dell’Orso Bruno!
Insieme a lui nei 2010 ho fatto uno dei viaggi più emozionanti della mia vita: il tour della Romania.
Certo prima abbiamo attraversato anche l’Austria e l’Ungheria, ci mancherebbe 🙂
La Romania è una terra bellissima, incredibile, piena di sapori, di colori e persone accoglienti.
Un giorno sotto il sole caldissimo percorrevamo una strada circondata da grano e girasoli diretti nella regione della Bucovina, la nostra meta finale.
L’Orso Bruno era affamato: AIUTO!

Mi fa segno di fermarci, all’ombra dell’unico albero esistente c’erano due anziani che vendevano cocomeri. 
Ridono perché con le nostre tute in pelle dobbiamo sembrar loro marziani, non parliamo la stessa lingua e contrattiamo a gesti.
Ci danno un cocomero, un coltello e un po’ della loro ombra: uno dei pranzi più belli della mia vita!

Quando a Gennaio sul blog Starbooks è stato scelto di analizzare un libro di torte salate e dolci scritto da due motociclisti inglesi, gli Hairy Bikers, io sono impazzita di felicità!
Sapevo di potermi fidare ciecamente del loro libro: l’unico motivo per cui noi bikers parcheggiamo la moto è per fare enormi scorpacciate in compagnia! 🙂

La ricetta di oggi viene dal libro degli Hairy Bikers che si intitola “Perfect Pies”.
Queste torte salate monoporzione sono deliziose, la pasta brisè alla polenta è golosissima e racchiude un ripieno di chilli di manzo da leccarsi i baffi! 


CHILLI BEEF PIES da The Hairy Bikers Perfect Pies di Si King & Dave Myers

Ingredienti:
2 cucchiai di olio di semi di girasole
1 cipolla media affettata finemente
2 spicchi d’aglio schiacciati
500g di macinato di manzo
1 cucchiaino colmo di paprika affumicata 
una lattina da 400g di pelati a pezzi
100ml di vino rosso
300ml di brodo di manzo
50g di jalapenos sott’aceto scolati e affettati [non li ho trovati e ho rimediato con un po’ di peperoncino fresco]
2 cucchiai di polenta istantanea [a me non è servita]
3 cucchiai di coriandolo fresco tritato grossolanamente [l’ho omesso perché non mi piace l’aroma che ha]
sale e pepe macinato fresco
spicchi di lime per servire, opzionale
per la brisè alla polenta:
100g di farina 0, più quella per stendere
200g di polenta istantanea
150g burro freddo a cubetti
75ml di acqua bollente
50g di Parmigiano grattugiato
un uovo sbattuto, per glassare
Scaldate l’olio in una padella grande e friggete dolcemente la cipolla per circa 5 minuti, aggiungete l’aglio durante l’ultimo minuto. Aggiungete il macinato di manzo, rompendolo con un cucchiaio di legno. Friggete a fuoco medio per 4-5 minuti mescolando regolarmente. Cospargete il tutto con la paprika e cuocete per un altro minuto.
Mettete i pelati a pezzi nella padella e aggiungete il vino rosso, il brodo e gli jalapenos (o il peperoncino fresco a vostro piacere). Salate e pepate. Fate sobbollire questo sugo per 25minuti mescolando di tanto in tanto. Passato questo tempo mescolate al composto due cucchiai di polenta istantanea e cuocete un paio di minuti in più mescolando finché la salsa si addensa [questo passaggio non mi è stato necessario visto che il chilli era già denso al termine dei 25 minuti].
Togliete dal fuoco, aggiungete il coriandolo (se lo usate) e lasciate raffreddare. [assaggiate per vedere se c’è bisogno di regolare di sale e pepe].

Per fare la pasta mettete la farina e la polenta in una grande ciotola e strofinatevi assieme il burro freddo fino a che otterrete un composto di briciole.
Fate un buco al centro e versateci l’acqua appena bollita. Mescolate bene con un cucchiaio di legno finché il tutto si trasforma in un impasto morbido [l’impasto è davvero morbido, vi sembrerà di aver sbagliato tutto ma garantisco che proprio così deve essere!]
Lasciatelo raffreddare, avvolgetelo con la pellicola e mettetelo riposare in frigo per un’ora o finché è solido abbastanza per essere maneggiato.
Poi impastatelo assieme al Parmigiano fino a che è ben amalgamato.
[in questo preciso istante ho cominciato ad avere l’acquolina in bocca: si sente quando si sta per preparare qualcosa di buonissimo!]

Scaldate il forno a 200°C. 
Dividete l’impasto in 8 palline e stendetele con un mattarello su una superficie leggermente infarinata creando cerchi di 16cm di diametro. Dividete il ripieno di carne fra i cerchi. Spennellate i bordi dei cerchi con un po’ di uovo battuto e poi chiudeteli in modo da creare dei fagottini, premete bene i bordi per sigillarli.
Mettete i fagottini su una placca coperta di carta forno e spennellateli con altro uovo battuto. Infornate per 25 minuti, finché le tortine salate saranno belle dorate.
Servitele calde o anche fredde accompagnate da spicchi di lime da spremere sopra a piacimento.
Partecipo con questa ricetta alla raccolta dello Starbook Redone di Febbraio!


You Might Also Like

17 Comments

  • Reply Araba Felice 19 febbraio 2014 at 8:16

    Grazie Fede, questo libro non sbaglia un colpo, e tu nemmeno 😉

    • Reply FedeB 19 febbraio 2014 at 12:56

      Grazie!! :*

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 19 febbraio 2014 at 9:05

    Posso solo immaginare il senso di libertà e di pace di un viaggio in moto.. ma lo capisco, perché per me quel senso lo dà il camper, e ho ancora negli occhi e nei ricordi la dolcezza di quel primo tour in camper (non un camperone, eh, un Westfalia piccino e poco poco accessoriato).
    Devi aver visitato dei luoghi stupendi.. conosco la Romania solo da foto e racconti, ma deve essere un Paese bellissimo.

    I bikers non sbagliano un colpo, lo so, e questa ne è la riprova!!

    • Reply FedeB 19 febbraio 2014 at 13:01

      Il camper e la moto hanno due way of life molto simili riassumibili in tre parole: adattarsi a tutto! 😀
      Nel tempo ho imparato a fare bagagli così striminziti e organizzati che ogni volta mi sorprendo da sola!!
      In Romania ci ero andata per fare un'esperienza e sono tornata strabiliata da tutto! Soprattutto il nord è meraviglioso pieno di persone gentili e di cibo ottimo! 🙂

  • Reply Vaty ♪ 19 febbraio 2014 at 9:32

    Fede ecco, già fatto checklist e salvo i jalpenos, dovrei farcela!! sembrano croccanti e friabili, come se fossero fritti, invece sono anche leggeri e al forno!!
    grazie :-)))
    ps che bella motociclista! sei un mito per me (perchè io in moto ci vado coi tacchi e poi mi lamento che i capelli mi si rovinano.. cioè, ci siamo capite!! però mi sarebbe piaciuto avere un'anima cosi sportiva ^_^)

    • Reply FedeB 19 febbraio 2014 at 13:03

      Ciao Vaty!!
      Ti confermo che la pasta brisè è friabilissima ed è davvero difficile resistere al profumo che sprigiona il forno mentre li cuoce! 🙂
      Davvero vai in moto con i tacchi a spillo?? Ma sei grandiosa!! 😀
      Quando avevo i capelli lunghi non ti dico che lotte quando toglievo il casco e me li trovavo tutti annodati!!!
      ciao!! :*

  • Reply Annarita Rossi 19 febbraio 2014 at 9:40

    Una biker? e pensare che io odio la moto. Il mio Orso Bruno ce l'ha e mi ha costretto a lunghe escursioni sul quella specie di sedile scomodo che ha dietro. Meno male che poi con l'arrivo del pargolo ho avuto la scusa pronta. Ricordo ancora un viaggio che ho fatto in scooter fino in Turchia al confine con l'Iran e un giro in Harley a Melbourne …come vedi anche se viaggerei volentieri con altri mezzi, non mi faccio mancare nulla. I pies però sembrano davvero appetitosi e piacerebbero sicuramente all'Orso e all'Orsetto. Bravissima.

    • Reply FedeB 19 febbraio 2014 at 13:05

      Apperò!!!! Ma sei un'avventuriera mica da scherzo!
      Mi piacerebbe moltissimo fare un viaggio in Turchia e magari raggiungere l'Iran, i posti là sono incantevoli e l'atmosfera che c'è è unica!
      E pure a Melbourne sei stata!! Grandissima Annarita!! 🙂
      I pies sono davvero buoni, degni di Orsi Bruni certificati! 😀

  • Reply Patty 19 febbraio 2014 at 16:14

    Io non ci posso credere….la prima foto è pazzesca…ho pensato: questa ci sta prendendo per gli zebedei, invece sei proprio tu, una vera maschiaccia!
    Pensa te che io ho paura anche a salire sulla vespa vintage che abbiamo in garage, e da ragazzetta non avevo ancora 14 che già la guidavo con tanto di marce. E' proprio vero che invecchiando si peggiora! Ti stimo fratella, ma passami un paio di queste pies che mi sento meglio!
    Un bel bacione, Pat

    • Reply FedeB 19 febbraio 2014 at 18:45

      Ciao Patty!! La prima foto viene da un corso di guida in pista che ho fatto lo scorso anno al circuito che c'è nella zona del Franciacorta, è stato bellissimo ed ho imparato moltissimo!
      Queste pie te le lancio al volo ma poi….vieni a fare un giro in moto con me??? 😀
      Un abbraccione!!

  • Reply La Gaia Celiaca 20 febbraio 2014 at 0:09

    le foto in versione biker sono fantastiche.
    ma quelle delle chilli-beef-pies non sono certo da meno.
    ti è venuto tutto benissimo, anch'io ho cominciato a salivare, ma molto prima di te..
    mi è venuta voglia di farle ADESSO!
    e grazie per aver partecipato, ovviamente!

    • Reply FedeB 20 febbraio 2014 at 11:50

      Grazie Gaia!!!!
      Ci credo che in piena notte di è venuta voglia di farle! Sono irresistibili!!! 😀
      Ciao!!!

  • Reply cristina b. 20 febbraio 2014 at 22:20

    sei fortissima!!!!!!!!!
    io adoooooro la moto, anche se l'ho sempre e solo vissuta da passeggera. uno dei viaggi più belli quello a capo nord con mio marito, fantastico! e anch'io sono bravissima a ridurre al minimo il bagaglio 🙂
    quelle pie sono da urlo!!!!

    • Reply FedeB 21 febbraio 2014 at 11:46

      Ciao Cri!!! Ma veramente siete stati a Caponord in moto??? Che avventura stupenda!!
      Pensa che io e l'Orso entro 2-3 anni andremo in Islanda, non vedo l'ora :)))
      Facendo il bagaglio della moto ci si rende proprio conto di quanti ammennicoli abbiamo noi donne che non servono 😀
      Le pie, provale!!! Me le stanno richiedendo tutti quelli che le hanno provate!!!! :))

  • Reply Ale only kitchen 20 febbraio 2014 at 22:37

    Bravissima Fede! La scorsa estate, il mio Amore ed io abbiamo noleggiato lo scooter in vacanza… beh, siccome guidava lui ed io non ero la persona più rilassata in quei momenti… avevo escogitato un sistema che funzionava bene, almeno per me. Ogni volta che accelerava troppo, o faceva qualche manovra "pericolosa", io lo stritolavo con le gambe…
    Passiamo alle tue Chilli Beef Pies, parlano chiaro e dicono … mangiami! Ti sono venute benissimo. Grazie!!!

    • Reply FedeB 21 febbraio 2014 at 11:48

      Io sono davvero una pessima passeggera!
      Con la mia moto corro e vado senza pensieri ma appena salgo passeggera dell'Orso ho paura della velocità!
      E pure io lo stritolo con le gambe!!! 😀
      Le pies sono da urlo! Ne ho nascosta una per mangiarla in solitudine…se lo sa l'Orso mi morde un orecchio 😛

  • Reply ๓คקเ 27 febbraio 2014 at 20:04

    Mamma mia Fede, che cosa sono queste mini pies? La fine del mondo!!!!
    Gli Hairy Bikers non sbagliano un colpo, ma neppure tu! 😉
    E… complimenti per la tua sportività! 😀

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.