Insalate & Contorni

Fidarsi ciecamente – Patatine fritte…diversamente!

7 gennaio 2014

Io non so resistere a Nigella, questo donnone che nella vita non ha mai avuto vergogna di niente! 
Non resisto al suo sguardo da cerbiatta mentre con una sola forchettata mangia un etto di carbonara, non resisto alle sue frasi tipo “questo piatto purifica l’anima…sempre ammesso che io ne abbia una!”, la adoro quando mostra come ricevere circa novecento persone nel proprio salotto senza il minimo stress…
L’Orso Bruno spesso si preoccupa perché mi vede esultare sul divano a suon di “Oddio sei miticaaaa!!!!” mentre batto le mani come una foca a cui lanciano una sarda da mangiare.
Checcivoletefare, ognuna ha i suoi momenti di demenza 😛

La prima volta che ho letto questa ricetta ho fatto un colpo e ho chiuso il libro!
Nigella da’ di matto, mi sono detta…
Qualche giorno dopo ancora non me ne capacitavo e convinta di aver tradotto male le indicazioni sono andata a rileggere: porca vacca, non avevo sbagliato…era proprio così che bisognava fare!!!
Sinceramente decisi di non provarla…dai, andava contro tutti i principi del mondo!
Poi la vedo in tv con la nuova serie dove presentava le ricette di Nigellissima, il suo ultimo libro: quello con la ricetta incriminata! 
La sera che finalmente la propone, come immaginavo, fra le mie amicizie di Facebook succede un disastro! Chi dice che è pazza, chi lo prende come una specie di crimine, chi giura che Artusi si è rivoltato nella tomba…
Io, invece, proprio quella sera ho deciso di provare prima o poi a friggere le patatine come lo ha fatto lei: tuffandole nella pentola assieme all’olio freddo e poi mettere tutto sul fuoco!
No dai, non fate quella faccia!
Anch’io sono molto ligia alle regole in cucina però trovo che, quando ci vengono proposti esperimenti poco ortodossi come questo, si deva fare come San Tommaso: bisogna metterci il naso! 😀

Così qualche giorno fa ho preso delle patate, l’olio extravergine d’oliva e via: ho fritto…diversamente!
Il risultato? Convincente! 
Non assorbono un grammo d’olio, ho misurato il livello dell’olio prima e dopo la frittura ed era UGUALE!!
Le patatine vengono croccantine fuori e morbide dentro, una delizia!

Vi fidate ciecamente anche voi??? 🙂



PATATINE FRITTE…DIVERSAMENTE da Nigellissima di Nigella Lawson

Ingredienti:
1kg di patate adatte alla frittura (tipo le Maris Piper)
1 litro e mezzo di olio per friggere (vi consiglio vivamente olio extravergine d’oliva!)
una decina di spicchi d’aglio non pelati
qualche rametto di rosmarino, salvia, timo o altre erbe a vostra scelta
sale

Lavate le patate e tagliatele a bastoncini di 1cm di lato, senza pelarle.
Mettete l’olio in una pentola dal fondo pesante dal diametro di circa 28cm e aggiungete le patate tagliate.
Mettete la pentola su fuoco alto e portate a bollore, ci mette circa 5 minuti. Tenete d’occhio il tutto 😉
Continuate a cuocere le patate per altri 15 minuti senza mescolare, vedrete l’olio bollire in modo vivace. Se usate un termometro da frittura tenete la temperatura tra i 150 e i 160°C.
Passato questo tempo potete mescolare delicatamente le patate.
Aggiungete gli spicchi d’aglio non pelati e proseguite la cottura per altri 5-10 minuti.
Durante questi ultimi minuti di frittura tenete d’occhio il colore delle patatine: devono essere belle dorate!
Aggiungete ora l’erba aromatica che avete scelto e fate cuocere un ultimo minuto. 
Togliete le patatine, l’aglio e le erbette dall’olio con un mestolo forato e mettetele su un vassoio coperto di carta assorbente, salate a piacere e servite! 🙂

NOTE:
– Vi consiglio caldamente di friggere sempre con l’olio extravergine d’oliva; ok costa di più però alla fine non friggiamo tutti i giorni e avrete un fritto più sano e migliore! La storia che gli oli di semi hanno un punto di fumo più alto lascia il tempo che trova visto che il punto di fumo dell’olio d’oliva è di 210°C, quello dell’olio d’arachidi 180°C e quello dell’olio di mais 160°C. Fidatevi ciecamente anche di queste nozioni, quindi, e usate olio extravergine d’oliva 🙂

SCARICA QUI IL PDF DELLA RICETTA 🙂

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply Agnese 7 gennaio 2014 at 8:17

    Davvero non assorbono un millilitro d'olio? Interessantissime… 😉

    • Reply FedeB 7 gennaio 2014 at 13:03

      Incredibile ma vero, zero olio assorbito!
      Per me, che odio lanciare le cose nell'olio bollente, questa ricetta è stata utilissima! 🙂

  • Reply Araba Felice 7 gennaio 2014 at 8:42

    Ci credi che ancora non ho fatto l'atto di fede di provare? MA visto il tuo entusiasmo mi lancio 🙂

    • Reply FedeB 7 gennaio 2014 at 13:07

      Hai presente il gioco della fiducia? Quello dove ti devi lasciar cadere e il tuo amico ti prende? Ecco! 😀
      Ed effettivamente è proprio un atto di fede anche se…..non ho fritto un chilo di patate…ma giusto giusto una porzione 😀

  • Reply Danail Montorio G. 7 gennaio 2014 at 12:17

    Il capobranco che dice?

    • Reply FedeB 7 gennaio 2014 at 13:07

      Il capo branco non c'era al momento dell'esperimeto…e si sa che il fritto va mangiato caldo! 😛

  • Reply Stefania 7 gennaio 2014 at 14:10

    Ho visto anche io la puntata in questione ed in effetti sono rimasta un pò perplessa! ma se dici che funziona, la prossima volta proverò così! Grazie!

    • Reply FedeB 7 gennaio 2014 at 19:10

      Funziona perfettamente! 🙂 vedrai che svolta!!

  • Reply Giulietta | Alterkitchen 7 gennaio 2014 at 18:18

    Non amo Nigella, perché non la conosco.. o meglio, la conosco per quelle sue torte da 300g per tortiera (da 20cm) et similia, così, siccome io di senso di colpa mi ci nutro, ho sempre girato lo sguardo dall'altra parte.
    Ma ora… ma ora.. tentenno!
    Quando vedo procedimenti mai visti, cose astruse o inaspettate non posso proprio voltarmi, e prima o poi proverò anche io!! Sì sì!!
    Bellissime foto 🙂

    • Reply FedeB 7 gennaio 2014 at 19:18

      Ogni tanto le provo le sue torte! Certo…diminuisco drasticamente il burro e di conseguenza magari regolo un po' gli altri ingredienti però sono tutte strepitose! Di Nigella mi piace che snocciola nozioni di cucina come niente fosse, leggi un suo libro o una ricetta e TAC! di colpo impari una regola o un consiglio che prima non sapevi! 🙂
      Anch'io come te mi incuriosisco da morire quando vedo un procedimento controcorrente..non resisto e lo provo subito! D'altra parte non si può criticare senza aver provato :))
      Grazie Giulia!!! 🙂

  • Reply Isaetta 5 aprile 2014 at 12:30

    Ciao, è da un po' che penso e ripenso a queste patatine. E no, non m convincono neanche un po'. Ma visto che non so friggere, potrei quasi dare loro un'opportunità giusto stasera che volevo fare gli hamburger… 😀
    Bel blog, brava!

    • Reply FedeB 5 aprile 2014 at 12:45

      Grazie!!! 🙂
      Subito non convincono perché il metodo è a dir poco assurdo, però funziona! 🙂
      Restano un po' meno croccanti di quelle fritte tradizionalmente ma per chi ha paura della frittura direi che è un buon punto di partenza! 🙂

    Leave a Reply